La gestione quantitativa di progetti software Visualizza ingrandito

La gestione quantitativa di progetti software

FCIT02

Prodotto nuovo

Volume tecnico, rivolto a chi professionalmente si occupa dello sviluppo di software o agli studenti che desiderano un'introduzione approfondita sull'argomento.

Altri dettagli

5 Articoli

Disponibile

26,00 €

Scheda tecnica

Pagine 260
Dimensioni A5 : 148 x 210 mm
Rilegatura Brossurato
Illustrazioni
Anno di pubblicazione 2008
ISBN 978-88-6276-014-0
Ebook disponibile? A richiesta contattando noi
Data di aggiornamento scheda 2016-07-08

Dettagli

Fuori Collana

La gestione quantitativa di progetti software

di Domenico Clerici e Luigi Petruzzelli

Gli autori del libro si sono proposti di fornire un’introduzione approfondita alla gestione quantitativa di progetti di sviluppo software. Nel contempo si sono riallacciati a quanto con essi è collegato: da un lato i processi, dall’altro la misurazione del software.

Partendo da una panoramica sulla gestione dei progetti e sui cicli di vita, si passa ai punti tradizionali in cui i metodi quantitativi svolgono un ruolo preponderante: stime, rischi, modelli. Si prosegue con una presentazione dei processi aziendali e del loro miglioramento, nonché dei principali standard a essi collegati per quanto concerne il software.

Si descrivono poi le metriche: di processo, progetto, prodotto. Un capitolo è dedicato alla presentazione del metodo effettivamente applicato dagli autori nella gestione di team di progetto. Mostra come, scegliendo opportunamente tra le tecniche indicate, sia possibile definire una metodologia di gestione dei progetti software basata su dati obiettivi e adatta alla propria organizzazione.

Indice:

PREFAZIONE

RICHIAMI DI PROJECT MANAGEMENT

1.1 - Introduzione al project management
1.1.1 - Perché il project management?
1.1.2 - Il ciclo di vita
1.1.3 - L’organizzazione
1.2 - Project management classico, estremo, adattativo
1.3 - La nascita di un progetto
1.3.1 - Gli obiettivi
1.3.2 - Criteri di successo del progetto
1.4 - L’arte della stima
1.4.1 - La Work Breakdown Structure
1.4.2 - Tempi
1.4.3 - Risorse
1.4.4 - Costi
1.5 - Le persone e la composizione dei gruppi di lavoro
1.5.1 - Composizione dei gruppi di lavoro
1.5.2 - Le altre risorse
1.6 - I rischi
1.7 - La tempificazione
1.7.1 - Il reticolo del progetto
1.7.2 - Cenni a CPM e PERT
1.7.3 - Assegnazione e bilanciamento delle risorse
1.7.4 - Anticipare o posticipare la conclusione del progetto
1.7.5 - Gantt
1.7.6 - Assegnare i lavori
1.7.7 - Probabilità di concludere in tempo
1.8 - Il controllo dell’avanzamento
1.8.1 - Il reporting
1.8.2 - Il controllo
1.8.3 - Stato di avanzamento lavori (SAL)
1.8.4 - La Earned Value Analysis
1.8.5 - Azioni correttive e ripianificazione
1.9 - Le modifiche e la manutenzione
1.10 - La chiusura del progetto
CICLI DI VITA E APPROCCI ALLO SVILUPPO DI SOFTWARE
2.1 - Ciclo di vita a cascata
2.2 - Ciclo di vita a “V”
2.3 - Metodi incrementali / iterativi
2.3.1 - Ciclo di vita a spirale
2.3.2 - Prototipazione
2.3.3 - RAD: Rapid Application Development
2.4 - Metodi “agili”
2.4.1 - Scrum
2.4.2 - XP: Extreme Programming
2.4.3 - FDD: FeatureDriven Development
2.5 - I non-metodi
METODI DI STIMA
3.1 - Metodi empirici e metodi analitici
3.2 - Cosa stimare?
3.3 - Stime per analogia
3.4 - Stime basate sul giudizio di esperti
3.5 - Stime top-down e bottom-up
3.6 - Punti funzione e loro evoluzione
3.6.1 - I punti funzione di Albrecht
3.6.2 - Evoluzione dei punti funzione
3.7 - COCOMO
3.8 - Cenni ad altri metodi
3.8.1 - Il modello teorico di Norden
3.8.2 - Il modello di Putnam
3.9 - Stima e metodi “agili”
3.10 - I non-metodi
I RISCHI
4.1 - La valutazione del rischio
4.1.1 - Liste di controllo
4.1.2 - Matrici di rischio
4.1.3 - Metodo MonteCarlo
4.2 - Il controllo del rischio
4.2.1 - Pianificazione della gestione
4.2.2 - Monitoraggio e risoluzione
4.3 - La difettosità: cenni ai Reliability Growth Models
COSTRUZIONE DI MODELLI BASATI SU DATI STORICI
5.1 - La definizione dei modelli
5.2 - Modello per lo scostamento preventivo/consuntivo
5.3 - Modello per la percentuale di attività del ciclo di vita
5.4 - Modello per gli indici di straordinario/assenza
5.5 - Modello per la distribuzione dell’impegno
5.6 - Cenni ai modelli lineari
COSTRUZIONE DI MODELLI BASATI SU CONSIDERAZIONI TEORICHE
6.1 - Il modello di Norden e la distribuzione di Rayleigh
6.2 - Cenni alla costruzione di un modello basato sul ciclo di vita
6.2.1 - Distribuzioni base per i modelli
6.2.2 - Composizione di distribuzioni
6.2.3 - Costruzione di un modello per un ciclo di vita nuove tecnologie
UNA VISIONE PER PROCESSI
7.1 - Cos’è un processo
7.2 - I processi aziendali
7.3 - Il processo di project management
7.4 - Interazioni tra macroaree aziendali
7.5 - Il miglioramento dei processi
7.5.1 - Definire gliobiettivi
7.5.2 - Individuare il punto di partenza
7.5.3 - Implementare le azioni di miglioramento
7.5.4 - Verificare il punto di arrivo
7.5.5 - Il miglioramento continuo
PRINCIPALI STANDARD PER LA QUALITÀ E IL MIGLIORAMENTO DEL SOFTWARE
8.1 - ISO/IEC 90003: la guida per il software di ISO9001
8.2 - ISO/IEC 12207: i processi per il software
8.3 - ISO/IEC 15504 “SPICE”: assessment per i processi software
8.4 - CMMI ®
8.5 - ami
8.6 - ISO/IEC 14764: la manutenzione del software
LE METRICHE E L’INTRODUZIONE DI UN PROGRAMMA DI MISURAZIONE
9.1 - Le metriche e le loro caratteristiche
9.2 - Introduzione di un programma di misurazione
9.3 - Gli standard ISO/IEC 9126 e ISO/IEC 14598
9.4 - I moduli di valutazione
METRICHE DI PROCESSO E DI PROGETTO
10.1 - Gli assessment
10.2 - Alcune metriche di processo
Conformità delle attività
Copertura delle review
Incidenza di ciascuna fase
Produttività
Efficacia nella rimozione dei difetti
Costo di risoluzione dei problemi
10.2.1 - Alcune metriche per il processo di manutenzione
Fix backlog
Indice di backlog management (BMI)
Fix difettosi
Percentuale di fix eccedenti i tempi di risposta
Durata media di risoluzione dei problemi
Altre metriche per la manutenzione
10.3 - Alcune metriche di progetto
Deviazione dalle previsioni
Tipo di progetto
Impegno di sviluppo del progetto
Funzioni da modificare / funzioni implementate
Funzioni implementate / funzioni richieste
Profilo della rimozione dei difetti
Densità dei difetti durante il testing
Profilo della segnalazione dei difetti durante il testing
METRICHE DI PRODOTTO
11.1 - Metriche di base
LOC (linee di codice)
Complessità ciclomatica di McCabe
LOC commento / LOC
Nomi autodescrittivi / nomi
Salti incondizionati
LOC / modulo
Depth of Nesting
Fan-out
Fan-in
11.2 - Altre metriche significative
Profondità architetturale
Deviazione da un albero
Maximum Depth of Nested Loops
Relazione complessità interna /esterna
Static Path Count
Indice di copertura dei test
La Software Science di Halstead
Metriche di conteggio
Alcune altre metriche
11.3 - Metriche relative all’affidabilità
Densità dei difetti
MTTF e MTBF
Guasti / ore d’uso
PUM
11.4 - Cenni alle metriche per il software orientato agli oggetti
WMC
DIT
NOC
RFC
CBO
LCOM
UNA METODOLOGIA DI PROJECT MANAGEMENT BASATA SUI MODELLI
12.1 - L’importanza della memoria
12.2 - L’organizzazione
12.3 - Il ciclo di vita
12.4 - La pianificazione
12.5 - Il reporting
12.6 - Il controllo e le azioni correttive
12.7 - Interazioni con gli altri processi
12.8 - Il miglioramento
PICCOLA GUIDA ALLA SCELTA DEGLI STRUMENTI DI SUPPORTO
13.1 - Come selezionare uno strumento
13.2 - Determinare le proprie esigenze
13.3 - Altri aspetti da tenere in considerazione
13.4 - Costruzione di una griglia di valutazione
13.5 - Scelta dello strumento
BIBLIOGRAFIA
GLOSSARIO

Recensioni

Per il momento non ci sono recensioni.

Scrivi una recensione

La gestione quantitativa di progetti software

La gestione quantitativa di progetti software

Volume tecnico, rivolto a chi professionalmente si occupa dello sviluppo di software o agli studenti che desiderano un'introduzione approfondita sull'argomento.